Software AI batte un pilota umano in una simulazione di combattimento aereo

Un software AI ha battuto un pilota americano di caccia in cinque turni di combattimento simulato con un F-16. Il caccia pilotato dall’intelligenza artificiale ha vinto tutti e cinque i round in meno di due minuti.

Uno dei punti di forza del software AI, creato da un fornitore della Difesa chiamato Heron Systems, è stata la sua capacità di mirare i cannoni in modo più accurato durante il dogfight ad alta velocità rispetto al pilota umano.

La competizione, destinata a stimolare lo sviluppo dell’intelligenza artificiale per coadiuvare i piloti durante i combattimenti aerei, come già scritto era simulata e in condizioni controllate: il pilota umano indossava un casco di realtà virtuale che simulava la cabina del caccia.

Per conoscere l’esito di un combattimento reale fra pilota umano e drone (semi)autonomo dovremo attendere il prossimo luglio.

Per approfondire la notizia: An F-16 pilot took on A.I. in a dogfight. Here’s who won

Sono Head of Artificial Intelligence di SNGLR Holding AG, un gruppo svizzero specializzato in tecnologie esponenziali con sedi in Europa, USA e UAE, dove curo i programmi inerenti all'intelligenza artificiale. Dopo la laurea in Management ho conseguito una specializzazione in Business Analytics a Wharton, una certificazione Artificial Intelligence Professional da IBM e una sul machine learning da Google Cloud. Ho trascorso la maggior parte della carriera – trent'anni - nel settore della cybersecurity, dove fra le altre cose sono stato consigliere del Ministro delle Comunicazioni e consulente di Telespazio (gruppo Leonardo). Oggi mi occupo prevalentemente di intelligenza artificiale, con consulenze sull'AI presso aziende private e per la Commissione Europea, dove collaboro con la European Defence Agency e il Joint Research Centre. Questo blog è personale.