Ricerca USA: l’intelligenza artificiale potrebbe prevenire la violenza nelle scuole

Violenza nelle scuole

Uno studio del Cincinnati Children’s Hospital Medical Center e recentemente pubblicato sull’International Journal of Medical Informatics afferma che l’intelligenza artificiale potrebbe aiutare a diminuire la violenza nelle scuole.

Secondo la ricerca il machine learning e il natural language processing potrebbero individuare il rischio di violenza meglio dei sistemi attuali, che prendono in esame le informazioni socio-demografiche. Nelle loro conclusioni il team di ricerca ritiene un sistema di screening computerizzato come una soluzione accurata e scalabile per prevenire la violenza nelle scuole.

Per maggiori dettagli: Finding warning markers: Leveraging natural language processing and machine learning technologies to detect risk of school violence

Sono Head of Artificial Intelligence di SNGLR Holding AG, un gruppo svizzero specializzato in tecnologie esponenziali con sedi in Europa, USA e UAE, dove curo i programmi inerenti all'intelligenza artificiale. Dopo la laurea in Management ho conseguito una specializzazione in Business Analytics a Wharton, una certificazione Artificial Intelligence Professional da IBM e una sul machine learning da Google Cloud. Ho trascorso la maggior parte della carriera – trent'anni - nel settore della cybersecurity, dove fra le altre cose sono stato consigliere del Ministro delle Comunicazioni e consulente di Telespazio (gruppo Leonardo). Oggi mi occupo prevalentemente di intelligenza artificiale, con consulenze sull'AI presso aziende private e per la Commissione Europea, dove collaboro con la European Defence Agency e il Joint Research Centre. Questo blog è personale.