Ricerca USA: l’intelligenza artificiale potrebbe prevenire la violenza nelle scuole

Violenza nelle scuole

Uno studio del Cincinnati Children’s Hospital Medical Center e recentemente pubblicato sull’International Journal of Medical Informatics afferma che l’intelligenza artificiale potrebbe aiutare a diminuire la violenza nelle scuole.

Secondo la ricerca il machine learning e il natural language processing potrebbero individuare il rischio di violenza meglio dei sistemi attuali, che prendono in esame le informazioni socio-demografiche. Nelle loro conclusioni il team di ricerca ritiene un sistema di screening computerizzato come una soluzione accurata e scalabile per prevenire la violenza nelle scuole.

Per maggiori dettagli: Finding warning markers: Leveraging natural language processing and machine learning technologies to detect risk of school violence

Mi sono appassionato all'intelligenza artificiale da quando ho potuto vedere all'opera i primi sistemi esperti negli anni '80. Già dal 1989 mi occupavo di cybersecurity (analizzando i primi virus informatici) ma non ho mai smesso di seguire gli sviluppi dell'AI. Dopo la laurea in Management ho conseguito una specializzazione in Business Analytics a Wharton, una certificazione Artificial Intelligence Professional da IBM e una sul machine learning da Google Cloud. Sono socio fondatore del chapter italiano di Internet Society, membro dell’Associazione Italiana esperti in Infrastrutture Critiche (AIIC), della Association for the Advancement of Artificial Intelligence (AAAI) e dell’Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale (AIxIA). Dal 2002 al 2005 ho servito il Governo Italiano come advisor del Ministro delle Comunicazioni sui temi di cyber security. Oggi partecipo ai lavori della European AI Alliance della Commissione Europea e a workshop tematici della European Defence Agency e del Joint Research Centre. Questo blog è personale.