Pronto il sito per favorire l’apertura dell’I3A a Torino

I proponenti di Torino come sede del futuro Istituto Italiano per l’Intelligenza Artificiale (I3A) hanno pubblicato un sito preparatorio, con una timeline degli eventi finora realizzati e una bozza di struttura, oltre che con una proposta di governance che si ispira a quella dell’Istituto Italiano di Tecnologia.

Chi mi legge da tempo sa come la penso: l’I3A è una grande occasione per l’Italia. Dovrà essere un istituto indipendente dalla politica, con un approccio inter-disciplinare e che attiri le menti migliori, anche perché l’Europa sta a guardare e non ci possiamo permettere indecenze.

Per accedere al sito: Torino.ai.

Sono Head of Artificial Intelligence di SNGLR Holding AG, un gruppo svizzero specializzato in tecnologie esponenziali con sedi in Europa, USA e UAE, dove curo i programmi inerenti all'intelligenza artificiale. Dopo la laurea in Management ho conseguito una specializzazione in Business Analytics a Wharton, una certificazione Artificial Intelligence Professional da IBM e una sul machine learning da Google Cloud. Ho trascorso la maggior parte della carriera – trent'anni - nel settore della cybersecurity, dove fra le altre cose sono stato consigliere del Ministro delle Comunicazioni e consulente di Telespazio (gruppo Leonardo). Oggi mi occupo prevalentemente di intelligenza artificiale, con consulenze sull'AI presso aziende private e per la Commissione Europea, dove collaboro con la European Defence Agency e il Joint Research Centre. Questo blog è personale.