OpenBot trasforma il vostro vecchio cellulare in un robot che vi seguirà ovunque

Il progetto OpenBot di Intel Labs trasforma un il vostro vecchio smartphone in un robot mobile che grazie ad algoritmi di intelligenza artificiale è in grado di supportare “carichi di lavoro robotici avanzati come il pedinamento di persone e la navigazione autonoma in tempo reale in ambienti non strutturati” (in poche parole, vi segue ed evita autonomamente gli oggetti sul suo cammino). Per farlo basta un hardware del valore di 50 dollari che farà da “telaio” al cellulare.

L’idea non è nuova, ma pare che gli ingegneri di OpenBot abbiano trovato il modo per rendere il progetto finalmente attraente, grazie anche alla grande quantità di vecchi smartphone che oggi giacciono dimenticati nei cassetti di chiunque.

Per vederlo all’opera e farvi conquistare da questo piccolo e simpatico pedinatore: How Intel’s OpenBot Wants to Make Robots Out of Smartphones

Sono partner e fondatore di SNGLR Holding AG, un gruppo svizzero specializzato in tecnologie esponenziali con sedi in Europa, USA e UAE, dove curo i programmi inerenti l'intelligenza artificiale. Dopo la laurea in Management ho conseguito una specializzazione in Business Analytics a Wharton, una certificazione Artificial Intelligence Professional da IBM e una sul machine learning da Google Cloud. Sono socio fondatore del chapter italiano di Internet Society, membro dell’Associazione Italiana esperti in Infrastrutture Critiche (AIIC), della Association for the Advancement of Artificial Intelligence (AAAI), della Association for Computing Machinery (ACM) e dell’Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale (AIxIA). Dal 2002 al 2005 ho servito il Governo Italiano come advisor del Ministro delle Comunicazioni sui temi di cyber security. Oggi partecipo ai lavori della European AI Alliance della Commissione Europea e a workshop tematici della European Defence Agency e del Joint Research Centre. Questo blog è personale.