Nvidia sviluppa applicazioni di visione artificiale per le Poste Usa

Le Poste statunitensi hanno aderito al progetto di Nvidia chiamato Edge Computing Infrastructure Program (ECIP) che utilizza modelli di apprendimento automatico eseguiti per il riconoscimento delle immagini. Il sistema di deep learning va a sostituire le applicazioni di riconoscimento caratteri sviluppate su misura per leggere gli indirizzi sulla corrispondenza. Il nuovo sistema offre performance migliori nel decifrare gli indirizzi anche quando l’inchiostro è sbavato o il testo è danneggiato o mancante.

Le Poste ora vorrebbero usare la stessa infrastruttura per sviluppare nuove funzionalità, ad esempio un’applicazione per controllare automaticamente se un pacchetto abbia l’affrancatura giusta per dimensioni, peso e destinazione. Un’altra per decifrare automaticamente un codice a barre danneggiato.

Per approfondire: Sharpening Its Edge: U.S. Postal Service Opens AI Apps on Edge Network

Sono partner e fondatore di SNGLR Holding AG, un gruppo svizzero specializzato in tecnologie esponenziali con sedi in Europa, USA e UAE, dove curo i programmi inerenti l'intelligenza artificiale. Dopo la laurea in Management ho conseguito una specializzazione in Business Analytics a Wharton, una certificazione Artificial Intelligence Professional da IBM e una sul machine learning da Google Cloud. Sono socio fondatore del chapter italiano di Internet Society, membro dell’Associazione Italiana esperti in Infrastrutture Critiche (AIIC), della Association for the Advancement of Artificial Intelligence (AAAI), della Association for Computing Machinery (ACM) e dell’Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale (AIxIA). Dal 2002 al 2005 ho servito il Governo Italiano come advisor del Ministro delle Comunicazioni sui temi di cyber security. Oggi partecipo ai lavori della European AI Alliance della Commissione Europea e a workshop tematici della European Defence Agency e del Joint Research Centre. Questo blog è personale.