L’epidemia spinge le aziende a cambiare l’autenticazione biometrica

Scanner per mani

Come dicono in molti, con il Covid-19 e in generale con la paura di una nuova epidemia dovremo convivere, cambiando abitudini e procedure. Fra i prodotti che col tempo vedremo sempre di meno vi sono gli scanner biometrici per le dita o per le mani utilizzati per il controllo accessi di edifici o aziende. Secondo una ricerca di ABIresearch le tecnologie biometriche da contatto saranno sempre meno richieste, vuoi per i timori di facilitare la trasmissione dei virus, vuoi per la necessità di pulire i dispositivi frequentemente o dopo ogni utilizzo.

Alcuni produttori hanno inventato scanner che leggono l’impronta senza contatto, ma le aziende si stanno muovendo velocemente verso tecnologie di identificazione basate sull’intelligenza artificiale, come il riconoscimento facciale. Poiché un po’ ovunque vengono emanate nuove policy e regolamenti che impongono ad aziende e organizzazioni di minimizzare le occasioni di contagio, gli analisti che hanno svolto la ricerca parlano di “evoluzione forzata” verso l’autenticazione tramite AI e l’abbandono dei device biometrici di autenticazione che necessitano del contatto fisico.

Per saperne di più: COVID-19 Pandemic Pummels Biometrics Market Causing Device Revenues to Drop by US$2 Billion While Forcing Investment Surge in AI Face Recognition Applications

Mi sono appassionato all'intelligenza artificiale da quando ho potuto vedere all'opera i primi sistemi esperti negli anni '80. Già dal 1989 mi occupavo di cybersecurity (analizzando i primi virus informatici) ma non ho mai smesso di seguire gli sviluppi dell'AI. Dopo la laurea in Management ho conseguito una specializzazione in Business Analytics a Wharton e una certificazione Artificial Intelligence Professional da IBM. Sono socio fondatore del chapter italiano di Internet Society, membro dell’Associazione Italiana esperti in Infrastrutture Critiche (AIIC), della Association for the Advancement of Artificial Intelligence (AAAI) e dell’Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale (AIxIA). Partecipo ai lavori della European AI Alliance della Commissione Europea e del Consultation Forum for Sustainable Energy in the Defence and Security Sector della European Defence Agency. Questo blog è personale.