L’anno prossimo un caccia con pilota umano combatterà contro un drone autonomo

Fra un anno, nel luglio 2021, si svolgerà un combattimento aereo fra un caccia condotto da un pilota umano e un drone “autonomo”. Il test sarà organizzato negli Stati Uniti dall’Air Force Research Laboratory (AFRL).

Non è ancora noto quali saranno i velivoli coinvolti, ma il Lt. Gen. Jack Shanahan, a capo del Joint Artificial Intelligence Center del Pentagono, ha definito il test un’idea “molto, molto coraggiosa”.

Il drone autonomo a quanto dichiarato “potrebbe non usare molta AI”, segno che il livello di autonomia potrebbe essere limitato, ma l’esercitazione apre scenari inediti anche per le stesse forze armate statunitensi, che negli ultimi anni hanno investito molto nell’uso dell’intelligenza artificiale all’interno delle operazioni militari.

Per approfondire: Combat drone to compete against piloted plane

Mi sono appassionato all'intelligenza artificiale da quando ho potuto vedere all'opera i primi sistemi esperti negli anni '80. Già dal 1989 mi occupavo di cybersecurity (analizzando i primi virus informatici) ma non ho mai smesso di seguire gli sviluppi dell'AI. Dopo la laurea in Management ho conseguito una specializzazione in Business Analytics a Wharton, una certificazione Artificial Intelligence Professional da IBM e una sul machine learning da Google Cloud. Sono socio fondatore del chapter italiano di Internet Society, membro dell’Associazione Italiana esperti in Infrastrutture Critiche (AIIC), della Association for the Advancement of Artificial Intelligence (AAAI) e dell’Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale (AIxIA). Dal 2002 al 2005 ho servito il Governo Italiano come advisor del Ministro delle Comunicazioni sui temi di cyber security. Oggi partecipo ai lavori della European AI Alliance della Commissione Europea e a workshop tematici della European Defence Agency e del Joint Research Centre. Questo blog è personale.