L’AI sta imparando a manipolare gli esseri umani

Uno studio del CSIRO, l’agenzia nazionale australiana per la scienza, ha dimostrato come l’intelligenza artificiale può individuare le vulnerabilità nel comportamento degli esseri umani e sfruttarle per manipolare il processo decisionale umano.

Il sistema utilizza un mix di reti neurali ricorrenti e apprendimento di rinforzo ed è stato utilizzato in tre test separati, risultando capace di influenzare i soggetti umani in ogni test con diversi tassi di successo. I risultati sono ancora piuttosto astratti, dato che questi test riflettono solo marginalmente situazioni reali, ma sottolineano la necessità di una supervisione etica e di principi comuni per la tecnologia, specialmente nei sistemi AI che supportano il processo decisionale umano.

Per approfondire: AI can now learn to manipulate human behaviour

Sono partner e fondatore di SNGLR Holding AG, un gruppo svizzero specializzato in tecnologie esponenziali con sedi in Europa, USA e UAE, dove curo i programmi inerenti l'intelligenza artificiale. Dopo la laurea in Management ho conseguito una specializzazione in Business Analytics a Wharton, una certificazione Artificial Intelligence Professional da IBM e una sul machine learning da Google Cloud. Sono socio fondatore del chapter italiano di Internet Society, membro dell’Associazione Italiana esperti in Infrastrutture Critiche (AIIC), della Association for the Advancement of Artificial Intelligence (AAAI), della Association for Computing Machinery (ACM) e dell’Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale (AIxIA). Dal 2002 al 2005 ho servito il Governo Italiano come advisor del Ministro delle Comunicazioni sui temi di cyber security. Oggi partecipo ai lavori della European AI Alliance della Commissione Europea e a workshop tematici della European Defence Agency e del Joint Research Centre. Questo blog è personale.