La stampa 3D migliora grazie al machine learning

Stampa 3D

Un team della University of Southern California’s (USC’s) Viterbi School of Engineering ha ideato un software – chiamato PrintFixer – che promette di ottimizzare la stampa 3D minimizzando le prove e gli sprechi. Gli algoritmi di machine learning sarebbero in grado di individuare e prevenire gli errori di stampa aumentando l’accuratezza – intesa come aderenza del prodotto stampato ai modelli computerizzati – in alcuni casi fino al 90%. Il paper è stato pubblicato su IEEE Transactions on Automation Science and Engineering.

Per approfondire: Machine Learning for Smarter 3D Printing

Mi occupo da molti anni di intelligenza artificiale. Dopo la laurea in Management ho conseguito una specializzazione in Business Analytics a Wharton, una certificazione Artificial Intelligence Professional da IBM e una sul machine learning da Google Cloud. Ho trascorso la maggior parte della carriera – trent'anni - nel settore della cybersecurity, dove fra le altre cose sono stato consigliere del Ministro delle Comunicazioni e consulente di Telespazio (gruppo Leonardo). Oggi mi occupo prevalentemente di intelligenza artificiale, con consulenze sull'AI presso aziende private e per la Commissione Europea, dove collaboro con la European Defence Agency e il Joint Research Centre. Questo blog è personale e le opinioni espresse appartengono ai singoli autori.