Notizie sull'Intelligenza Artificiale

La Spagna creerà la sua agenzia per l’intelligenza artificiale

Spagna

Con la pubblicazione sul Boletín Oficial del Estado (equivalente della nostra Gazzetta Ufficiale) il governo spagnolo ha approvato i finanziamenti per la creazione di un’agenzia di supervisione dell’intelligenza artificiale. L’agenzia sarà istituita quest’anno, diventando pienamente operativa nel 2023, e sarà responsabile per lo sviluppo, la supervisione e il monitoraggio dei progetti nel quadro della strategia nazionale AI spagnola (pdf), così come dei progetti promossi dall’Unione Europea – in particolare quelli relativi allo sviluppo normativo dell’intelligenza artificiale e dei suoi potenziali usi.

Per la creazione di questo organismo servirà una legge apposita, quindi ancora non sono state elencate le competenze specifiche dell’agenzia, anche se si può immaginare che rivestirà il compito di autorità di supervisione previsto dall’AI Act, il regolamento europeo sull’AI attualmente in discussione presso il Parlamento UE.

Ecco una traduzione non ufficiale del provvedimento:

Centotrentesimo provvedimento aggiuntivo. Creazione dell’Agenzia spagnola per la supervisione dell’intelligenza artificiale.

1. Il governo è autorizzato a promuovere una legge, in conformità con l’articolo 91 della legge 40/2015, del 1° ottobre, sul regime giuridico del settore pubblico, per la creazione dell’Agenzia spagnola per la supervisione dell’intelligenza artificiale in Spagna, configurata come un’agenzia statale con personalità giuridica pubblica, patrimonio proprio e autonomia nella gestione, con poteri amministrativi.

2. Questa Agenzia agisce in piena indipendenza organica e funzionale dalle Pubbliche Amministrazioni, in modo obiettivo, trasparente e imparziale, realizzando misure volte a minimizzare i rischi significativi per la salute e la sicurezza delle persone, così come i loro diritti fondamentali, che possono derivare dall’uso di sistemi di intelligenza artificiale. Queste misure includono azioni proprie, azioni in coordinamento con altre autorità competenti, se del caso, e azioni a sostegno di entità private.

3. L’Agenzia di Stato è responsabile dello sviluppo, della supervisione e del monitoraggio dei progetti inquadrati nella Strategia Nazionale di Intelligenza Artificiale, così come quelli promossi dall’Unione Europea, in particolare quelli relativi allo sviluppo normativo dell’intelligenza artificiale e dei suoi possibili usi.

4. L’Agenzia di Stato è collegata alla Segreteria di Stato per la Digitalizzazione e l’Intelligenza Artificiale, all’interno del Ministero degli Affari Economici e della Trasformazione Digitale. È regolata dalle disposizioni del suo statuto organico e dalle disposizioni della legge 40/2015, del 1° ottobre.

Sección: 27 Ministerio de Asuntos Económicos y Transformación Digital.
Servicio: 50.
Programa: 46PR C16.R01 Estrategia Nacional de IA.
Capítulo: 7.
Artículo: 71 A Organismos Autónomos.
Concepto: Nuevo. A Agencia Española de Supervisión de la Inteligencia Artificial.
Importe: 5.000,00 miles de euros.

C’è da dire che i cinque milioni di euro stanziati per quest’anno non consentiranno l’apertura di una grande struttura, per quello si attenderanno i finanziamenti per il 2023, ma almeno la Spagna si sta preparando a partire.

L’Italia, purtroppo, con la nuova strategia ha sostanzialmente confermato la doccia fredda sull’Istituto Italiano per l’Intelligenza Artificiale che molti speravano si potesse fare a Torino e che invece non è più previsto.

Ma come scritto all’inizio, lo stesso AI Act chiede (all’art. 59) che ogni Paese scelga un’istituzione che supervisioni l’applicazione del Regolamento. Prima o poi anche l’Italia dovrà designare la sua autorità, sperando che il nostro Paese abbia la forza e la volontà di creare un organismo completamente dedicato, e non semplicemente un “ufficio per l’AI” all’interno di un’agenzia già esistente.