La Cina è leader mondiale nei brevetti per la robotica

Robot in Cina

Uno studio del Center for Security and Emerging Technology riporta come la Cina sia diventata il leader mondiale per quanto riguarda i brevetti di robotica, con quasi il triplo dei brevetti rispetto agli Stati Uniti.

Lo studio si intitola Trends in Robotics Patents – A Global Overview and an Assessment of Russia, ma anziché riguardare la Russia, la vera notizia è che fra il 2005 e il 2019 la Cina ha ottenuto più di 25.000 brevetti di robotica, quasi il 35% dei brevetti mondiali in questa industria. Molto più dei 9.500 brevetti di robotica concessi negli Stati Uniti nello stesso periodo. Fra l’altro, gli Stati Uniti non sono neanche secondi in questa classifica ma addirittura quarti, posizionandosi dietro la Corea del Sud (11.000) e il Giappone (15.000) nel numero totale di brevetti di robotica rilasciati dal 2005.

E dire che diverso tempo fa erano proprio gli USA a dominare la classifica mondiale dei brevetti di robotica, ma una decina di anni fa la Cina – con il suo piano Made in China 2025 – ha invertito il trend e non accenna minimamente a rallentare. Solo nel 2019 la Cina ha ottenuto 5.400 brevetti di robotica, il 43% su base mondiale, mentre negli Stati Uniti ne sono stati rilasciati solo 2.100, il 17%.

Lo studio spiega che la Cina ha aumentato la sua produzione di brevetti offrendo incentivi agli investitori, alle aziende e alle università, comprese aliquote fiscali ridotte per le aziende con un certo numero di brevetti di robotica.

Andando a vedere i diversi settori, tuttavia, vi sono aree in cui gli Stati Uniti sono ancora in testa, come ad esempio nei brevetti di robotica nell’aerospazio, nella sanità, nel comparto militare/sicurezza, oltre che nei brevetti per robot con aspetti di intelligenza artificiale. La Cina, tuttavia, è in cima nella robotica industriale, nel trasporto, nell’agricoltura, nelle applicazioni subacquee, nell’istruzione e nei robot umanoidi o esoscheletri. Il Giappone è avanti a tutti nei brevetti di robotica per l’intrattenimento, nei sistemi di controllo e nella visione, mentre la Corea del Sud è prima per il rilascio di brevetti di robotica legati alla clientela domestica.

Il rapporto indica che mentre la Russia rappresenta solo il 2% di tutti i brevetti di robotica, essa è responsabile del 17% dei brevetti mondiali nella robotica militare, classificandosi al terzo posto mondo dietro gli Stati Uniti e la Cina.

Per approfondire: Trends in Robotics Patents – A Global Overview and an Assessment of Russia

Sono Head of Artificial Intelligence di SNGLR Holding AG, un gruppo svizzero specializzato in tecnologie esponenziali con sedi in Europa, USA e UAE, dove curo i programmi inerenti all'intelligenza artificiale. Dopo la laurea in Management ho conseguito una specializzazione in Business Analytics a Wharton, una certificazione Artificial Intelligence Professional da IBM e una sul machine learning da Google Cloud. Ho trascorso la maggior parte della carriera – trent'anni - nel settore della cybersecurity, dove fra le altre cose sono stato consigliere del Ministro delle Comunicazioni e consulente di Telespazio (gruppo Leonardo). Oggi mi occupo prevalentemente di intelligenza artificiale, con consulenze sull'AI presso aziende private e per la Commissione Europea, dove collaboro con la European Defence Agency e il Joint Research Centre. Questo blog è personale.