In Cina accelera la ricerca sulla visione artificiale per la sorveglianza

Sorveglianza cinese

Un nuovo rapporto del Center for Security and Emerging Technology (CSET) intitolato “Trends in AI Research for the Visual Surveillance of Populations” (pdf) ha scoperto che la Cina produce, rispetto ad altri Paesi, “una quota sproporzionata” di ricerca in tre tecnologie AI con scopi di sorveglianza: la re-identificazione delle persone (REID), il conteggio della folla e il rilevamento dello spoofing (spoofing: quei tentativi di confondere i sistemi di identificazione).

Utilizzando un dataset di articoli in lingua inglese pubblicati tra il 2015 e il 2019, i ricercatori hanno applicato metodi di elaborazione del linguaggio naturale (NLP) per identificare articoli di visione artificiale in questo corpus e i compiti di ricerca che descrivevano.

Il rapporto indica come la ricerca cinese pubblichi una percentuale notevolmente più alta di articoli sulla computer vision indirizzata agli esseri umani, fra cui si possono includere tecnologie di machine learning a supporto dei prodotti di sorveglianza, come il riconoscimento delle emozioni, dei volti e delle azioni.

Uno dei limiti di questo studio è che include solo gli articoli in lingua inglese. Già così, tuttavia, si è vista molta Cina nei risultati.

Per approfondire: Trends in AI Research for the Visual Surveillance of Populations

Sono Head of Artificial Intelligence di SNGLR Holding AG, un gruppo svizzero specializzato in tecnologie esponenziali con sedi in Europa, USA e UAE, dove curo i programmi inerenti all'intelligenza artificiale. Dopo la laurea in Management ho conseguito una specializzazione in Business Analytics a Wharton, una certificazione Artificial Intelligence Professional da IBM e una sul machine learning da Google Cloud. Ho trascorso la maggior parte della carriera – trent'anni - nel settore della cybersecurity, dove fra le altre cose sono stato consigliere del Ministro delle Comunicazioni e consulente di Telespazio (gruppo Leonardo). Oggi mi occupo prevalentemente di intelligenza artificiale, con consulenze sull'AI presso aziende private e per la Commissione Europea, dove collaboro con la European Defence Agency e il Joint Research Centre. Questo blog è personale.