Il Governo USA fa sempre più ricorso al riconoscimento facciale

Riconoscimento facciale

Un rapporto del GAO – il Government Accountability Office statunitense – analizza come 24 agenzie federali USA adottano il riconoscimento facciale. Lo studio riporta come la maggior parte (18 su 24) ne facciano uso, soprattutto per ragioni di sicurezza digitale, fisica e per condurre indagini. Dieci di loro pianificano di espanderne l’utilizzo entro i prossimi due anni.

Per approfondire: Facial Recognition Technology: Current and Planned Uses by Federal Agencies

Sono partner e fondatore di SNGLR Holding AG, un gruppo svizzero specializzato in tecnologie esponenziali con sedi in Europa, USA e UAE, dove curo i programmi inerenti l'intelligenza artificiale. Dopo la laurea in Management ho conseguito una specializzazione in Business Analytics a Wharton, una certificazione Artificial Intelligence Professional da IBM e una sul machine learning da Google Cloud. Sono socio fondatore del chapter italiano di Internet Society, membro dell’Associazione Italiana esperti in Infrastrutture Critiche (AIIC), della Association for the Advancement of Artificial Intelligence (AAAI), della Association for Computing Machinery (ACM) e dell’Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale (AIxIA). Dal 2002 al 2005 ho servito il Governo Italiano come advisor del Ministro delle Comunicazioni sui temi di cyber security. Oggi partecipo ai lavori della European AI Alliance della Commissione Europea e a workshop tematici della European Defence Agency e del Joint Research Centre. Questo blog è personale.