Francia: 800 milioni di euro per la robotica intelligente

Robot in fabbrica

La Francia ha annunciato finanziamenti per 800 milioni di euro per la robotica dotata di intelligenza artificiale, come annunciato dal presidente Emmanuel Macron durante una visita a Saint-Etienne. Il piano d’investimento noto come France 2030 dedicherà 400 milioni per aiutare la produzione di robot con elementi AI e altri 400 milioni per “accompagnare la trasformazione dei siti industriali che si stanno muovendo massivamente verso le macchine intelligenti”.

“Per reindustrializzare la Francia […] abbiamo bisogno di robotizzare, di digitalizzare la nostra industria, di recuperare il ritardo”, ha dichiarato il capo dello Stato francese davanti ai dipendenti del gruppo Sileane. Un primo invito a presentare progetti sarà lanciato nei prossimi giorni.

Macron ha presentato il piano di investimenti “France 2030” lo scorso 12 ottobre. Il piano è incentrato sul potenziamento del futuro industriale della Francia entro l’anno 2030, con l’obiettivo di sostenere la trasformazione dei settori di eccellenza dell’economia francese come quello automobilistico, aerospaziale, digitale, industria verde, biotecnologia, cultura e sanità. Avrà un valore di 30 miliardi di euro in cinque anni, di cui 3-4 miliardi saranno spesi già nel 2022.

Per approfondire: France 2030 : 800 millions d’euros pour la robotique, annonce Macron

Sono partner e fondatore di SNGLR Holding AG, un gruppo svizzero specializzato in tecnologie esponenziali con sedi in Europa, USA e UAE, dove curo i programmi inerenti l'intelligenza artificiale. Dopo la laurea in Management ho conseguito una specializzazione in Business Analytics a Wharton, una certificazione Artificial Intelligence Professional da IBM e una sul machine learning da Google Cloud. Sono socio fondatore del chapter italiano di Internet Society, membro dell’Associazione Italiana esperti in Infrastrutture Critiche (AIIC), della Association for the Advancement of Artificial Intelligence (AAAI), della Association for Computing Machinery (ACM) e dell’Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale (AIxIA). Dal 2002 al 2005 ho servito il Governo Italiano come advisor del Ministro delle Comunicazioni sui temi di cyber security. Oggi partecipo ai lavori della European AI Alliance della Commissione Europea e a workshop tematici della European Defence Agency e del Joint Research Centre. Questo blog è personale.