Diagnosticare Covid-19 dalle TAC polmonari? Non tutti sono convinti

Nelle scorse settimane alcune aziende hanno rilasciato le loro soluzioni diagnostiche per individuare la malattia Covid-19 dalle TAC ai polmoni grazie ad algoritmi di deep learning. Diversi ricercatori tuttavia hanno sollevato dubbi a riguardo, un po’ per i piccoli dataset usati per testarne l’efficacia, un po’ per la limitazione dei sistemi che consentirebbe loro di riconoscere solo la malattia in fase avanzata.

Per approfondire: Claims that AI detects coronavirus in X-rays aren’t convincing medical experts

Sono partner e fondatore di SNGLR Holding AG, un gruppo svizzero specializzato in tecnologie esponenziali con sedi in Europa, USA e UAE, dove curo i programmi inerenti l'intelligenza artificiale. Dopo la laurea in Management ho conseguito una specializzazione in Business Analytics a Wharton, una certificazione Artificial Intelligence Professional da IBM e una sul machine learning da Google Cloud. Sono socio fondatore del chapter italiano di Internet Society, membro dell’Associazione Italiana esperti in Infrastrutture Critiche (AIIC), della Association for the Advancement of Artificial Intelligence (AAAI), della Association for Computing Machinery (ACM) e dell’Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale (AIxIA). Dal 2002 al 2005 ho servito il Governo Italiano come advisor del Ministro delle Comunicazioni sui temi di cyber security. Oggi partecipo ai lavori della European AI Alliance della Commissione Europea e a workshop tematici della European Defence Agency e del Joint Research Centre. Questo blog è personale.